itenfrdeja
sabato, 24 ottobre 2020
Motosgassata Colori d'Autunno

ANNULLATA PER AVVERSE PREVISIONI METEO

Programma: partenza alle ore 13,30 dal Motoristorante da Maurizio in Valle San Liberale; itinerario a sorpresa ma interessante, le curve non manc...

Leggi tutto...
domenica, 25 ottobre 2020
Motoadunata in Cima Grappa 2020

Programma: l'evento libero senza orari di presenza in Grappa è confermato; per i noti motivi di questi giorni, la foto di gruppo non si farà. Per informazioni di ogni genere chiamate Maurizio al Motoristorante (tel. 0423 53250); no iscrizioni &...

Leggi tutto...
Sabato, 10 Ottobre 2020

Visita Pompone alla Storia del volo

Dopo alcuni rinvii causati dalle condizioni meteorologiche, finalmente si parte alla volta della “Fondazione Jonathan” per una visita al “museo aereonautico che vola” di Nervesa della Battaglia (TV). Ricevuta l’autorizzazione dal boss, Giancarlo Zanardo, sabato mattina siamo tutti pronti per partecipare a quasi 3 ore di scuola. Roberto è la nostra guida e, in attesa dei ritardatari, ci racconta qualcosa sull’associazione e su ciò che andremo a vedere. Nel frattempo, in preparazione del volo dimostrativo, il pilota bardato come una volta scalda il motore dello Spad XIII e attende il segnale di partenza. Ragazzi, sta per partire la replica del leggendario aereo di Francesco Baracca! Sembra un uccello, decolla lentamente e poi ci passa sopra le teste più volte e sempre più in basso! Eravamo un po’ emozionati tutti quanti. Roberto è un cicerone speciale, ci trasmette la sua passione per la causa e la sua adorazione per il capo, che si circonda di persone esperte e competenti. Tre le strutture del museo:
• hangar storico dedicato all’Ing. Gianni Caproni, importato dall’Inghilterra e unico esemplare al mondo: qui sono custoditi i pezzi pregiati della collezione, con un angolo dedicato ai restauri;
• il fabbricato centrale, il covo: arredato di immagini del passato, una gigantografia di Baracca e tanto altro;
• altro hangar con una meraviglia di Caproni, il Mustang e il Fokker del Barone Rosso.
È stata una scorpacciata di cose a noi sconosciute, una superba cultura che ispira a nuove conoscenze del settore. La vera meraviglia è scoprire il curriculum di Giancarlo, ma resta un mistero come abbia fatto a pilotare quei pezzi unici al mondo.
Vi diamo altri buoni motivi per visitare il museo:
• Flyer, il primo volo a motore: figlio di una notte d’amore tra un aquilone ed una bicicletta, il Flyer di Giancarlo è l’unica replica al mondo che sia riuscita a volare in occasione del centenario del primo volo a motore e tuttora lo è;
• Bleriot X1-2, il trasvolatore: a vederlo sembra un insetto volante a cui manca la grazia della farfalla, ma ne ha la stessa fragilità e anche l’imprevedibilità del volo;
• Spad XIII, il Guerriero di Baracca: l’aereo di Francesco Baracca, sì, proprio quello con il cavallino rampante sul fianco! Per noi, cresciuti lungo le sponde del Piave, la replica realizzata da Zanardo e i suoi collaboratori è il tradursi in realtà di un quadro e di fotografie in bianco e nero riguardanti una leggenda della Grande Guerra.
La visita si conclude con il gran finale a pranzo dall’amico Fabio del ristorante B&B da John a San Vendemiano.
Pompone Team

banner Market2Ruote

banner Tottene

Nik Pneumatici Moto

Ritrovaci su Facebook